3 luglio 2009

La Pivellina

La scorsa settimana ho seguito il Festival del Cinema di Pesaro, concentrandomi principalmente sulla sezione concorso (perchè su quella sto scrivendo un articolo per "Cineforum") ma seguendo qualcosa anche della retrospettiva sul cinema israeliano.
Ho in programma un post più approfondito, non tanto sul concorso (per quello rimando i numerosi lettori ;P all'articolo che sarà pubblicato su Cineforum) quanto appunto sui film israeliani che sono riuscita a vedere (troppo pochi, purtroppo) e sulla manifestazione in generale.
Intanto vorrei segnalare il film vincitore del Festival, in assoluto il più bello e sorprendente: La Pivellina.

So che è stato proiettato a Roma pochi giorni fa nell'ambito dell'iniziativa PesaroFilmFestival a Roma e i distributori a Pesaro hanno promesso che arriverà in sala entro novembre, probabilmente con il titolo Non è ancora domani.

Qui un video della redazione di CloseUp con interviste alla regista Tizza Covi e agli attori Patti Gerardi e Tairo Caroli. Peccato mancasse la meravigliosa protagonista Asia "Aia" Crippa.

2 commenti :

  1. In effetti il titolo "La pivellina" è abbastanza strano, fanno bene a cambiarlo. Aspetto di vederlo nelle sale in larga (relativamente, suppongo...) distribuzione.

    RispondiElimina
  2. Infatti i distributori dicono di volerlo cambiare perchè potrebbe essere fuorviante... e in parte posso anche essere d'accordo. Io stessa quando l'ho letto per la prima volta non immaginavo minimamente quale potesse essere la storia raccontata.
    Però dopo aver visto il film il titolo acquista senso, ed è perfetto... "la pivellina" è il soprannome che i personaggi adulti danno alla bambina protagonista, come dire "la piccoletta".
    "Non è ancora domani" è concettualmente giusto, perchè si rifà al finale ma è un po' troppo evocativo e poetico, secondo me.
    "La Pivellina" è più concreto, proprio come il film.

    Comunque è un gran film, e dimenticavo di dire che ha preso un premio pure a Cannes.

    RispondiElimina