28 maggio 2010

gioventù di buon gusto

Dopo la gioventù giustamente castigata e la gioventù disgraziata, ecco la gioventù di buon gusto.
L'11 giugno esce finalmente in Italia Bright Star di Jane Campion, con Ben Whishaw nei panni di John Keats e Abbie Cornish in quelli dell'amata Fanny Brawne.

Sul Venerdì di Repubblica di oggi c'è un'intervista a Abbie: la giovine australiana mi è piaciuta in Candy e mi ha decisamente disgustata in The Golden Age (film che fece scendere rovinosamente anche la stima piuttosto alta che avevo per Clive Owen... e non parlo della qualità del film, che alla fin fine era passabile e moderatamente divertente, parlo proprio di interpretazioni).

L'intervistatrice Arianna Finos apre l'articolo sottolineando come miss Cornish sia stata spesso paragonata a Nicole Kidman. Abbie risponde "È un bel paragone. Ma non è un mio modello. Fra le australiane come me preferisco Cate Blanchett."

Non sarà una cima, la piccola Abbie, ma - per citare le lodi rivolte da Phineas Nigellus a Albus Dumbledore - non si può negare che abbia gusto.

2 commenti :

  1. Eeeh.. anche la mia simpatia nei confronti di Anne Hathaway - che già mi piacicchiava - salì moltissimo quando disse che se proprio avesse dovuto innamorarsi di una donna, quella donna sarebbe stata Cate Blanchett.
    "If I was going to go gay for another actress it would have to be Cate Blanchett. Absolutely! We could talk about the theatre and she has played a guy really well so if I got bored that'd be nice"
    Brava Anne!

    RispondiElimina