7 dicembre 2011

appunti torinesi


- ho visto otto film in tre giorni, quasi tutti molto belli
- ho incrociato Mario Martone vicino al teatro ma mi è mancato il coraggio di gridargli "Ti amo!"
- riteniamo (io e Elena) di aver visto Emidio Greco a passeggio (o un suo sosia)
- ho perso l'accredito l'ultimo giorno (mi sono salvata pagando un pass giornaliero per riuscire a vedere comunque i film che avevo scelto – tra l'altro sabato c'era non solo Twixt ma anche l'ultima replica del film di Sylvain George, quindi restare fuori dai cinema era proprio fuori discussione)
- spero che il mio accredito sia stato trovato da qualcuno e che questo qualcuno l'abbia usato (tanto alla fotografia sulla tessera quasi non facevano caso)
- ho comprato solo il libro su Robert Altman, e unicamente perché con l'accredito mi era stato dato uno sconto di 13 euro (sto diventando uno spirito ascetico e non-consumista)
- sono arrivata talmente in anticipo alla proiezione di 394 - Trilogia nel mondo per la paura (ingiustificata) di rimanere fuori che persino il ragazzo addetto agli ingressi mi ha domandato cosa diamine ci facessi lì così presto
- preferisco decisamente i festival dove l'accredito è un pezzetto di carta che serve semplicemente per entrare a vedere i film (come a Torino, appunto) e non quella cosa senza la quale non puoi nemmeno camminare o andare in bagno dove preferisci (come a Venezia)

Nessun commento :

Posta un commento