19 ottobre 2012

Violetta, Manrico e Rigoletto: Verdi Web al Ravenna Festival

Se ti dicono «Ciao, possiamo farti entrare in un teatro mentre registi, cori, orchestre e cantanti stanno provando Traviata, Rigoletto e Trovatore: ti va?» può solo rispondere «SÌ!».

Così quando ho letto, grazie a un tweet del Teatro delle Albe, che il Ravenna Festival aveva lanciato il progetto Verdi Web rivolto a «giovani creativi» tra i 16 e i 28 anni per offrire loro la possibilità di «avvicinarsi all'esperienza teatrale e musicale attraverso un approccio personale di foto, video e testi», ho inviato la mia candidatura senza pensarci un attimo.

Per la sezione Scrittura si chiedevano, oltre al curriculum, esempi di lavori precedenti come «articoli, racconti, saggi, poesie, blog». Non avevo la minima idea di cosa mandare e ho linkato semplicemente i miei post dedicati al teatro.
La traviata - da ravennafestival.org
Dalla settimana scorsa sono una dei diciotto partecipanti al Verdi Web: visto che per me Ravenna non è dietro l'angolo (e visti soprattutto i costi dei biglietti ferroviari per arrivarci nonché degli eventuali letti per passarci una o più notti) ho dovuto reprimere la voglia di trasferirmi direttamente al Teatro Alighieri (molto bello, tra l'altro) e razionalizzare gli spostamenti. 

Sabato 13 ottobre ero lì per l'incontro introduttivo e per assistere a una parte delle prove di regia con coro del Trovatore. Questo fine settimana tornerò per la Traviata e la cosa mi rende particolarmente contenta perché ho da tempo una predilezione per Violetta Valéry.

I miei contributi sono raccolti qui. Oltre agli appunti più o meno giornalieri sulle prove dovremo, io e gli altri giovini, preparare un lavoro conclusivo sul quale non ho ancora le idee chiare. 
Spero che Violetta mi illumini.

2 commenti :

  1. Che esperienza fantastica! Ti invidio in modo positivo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carolina, grazie! Sì, si sta rivelando un'esperienza davvero bella. Tornerò a parlarne.

      Elimina